Polemos

Il conflitto è padre di tutte le cose (Eraclito, fr 53)

Palazzo Tagliaferro, Largo Milano - Andora (SV)

Da Dicembre 2019

Il percorso espositivo a cura di Christine Enrile, a dimostrazione di come non sia impossibile il dialogo fra arte antica e contemporanea, si caratterizza per un’importante presenza di dipinti a olio su tela realizzati dal XVI al XVIII sec. insieme ad opere di Agenore Fabbri, di Maurizio Taioli e Osvaldo Moi.

Le sculture, le installazioni e i dipinti selezionati per il progetto provengono da alcune delle più importanti collezioni italiane e, nonostante siano stati realizzati in un arco temporale molto ampio, sono in questo contesto collegati dal fil rouge della riflessione sul tema del conflitto, della guerra, della battaglia sul “Polemos, la guerra, il padre di tutte le cose” di Eraclito, filosofo greco vissuto fra il VI e il V sec. a.C.

Alcune delle opere esposte

Matteo Stom
Antonio Calza
Jacques Courtois
Matteo Stom

La guerra nella concezione di Eraclito assurge a simbolo e regola di tutto ciò che avviene nell’universo e il conflitto, concepito come principio universale e necessario, presiede alla vita di tutte le cose. Queste sono alcune delle questioni su cui hanno riflettuto gli artisti in ogni epoca e luogo.

Il tema presentato in questo contesto è quanto mai attuale e viene esplorato attraverso la visione dell’arte antica e contemporanea in un armonico dialogo che aprirà ai visitatori una profonda riflessione sulla guerra e sul suo contrario, la pace.

Le opere selezionate per Palazzo Tagliaferro sono rappresentative della ricerca sull’argomento declinata da artisti che hanno vissuto in epoche differenti e che hanno sondato attraverso la loro poetica le profonde pulsioni che agitano da sempre l’animo umano.

In mostra saranno presenti opere dei grandi maestri del passato che si cimentarono disegnando e realizzando opere raffiguranti scene belliche come Matteo Stom (Val Gardena o Venezia 1643 – Verona 1702) e Jacques Courtois (Saint-Hyppolite febbraio 1621 – Roma, 14 novembre 1676).

Saranno esposte anche opere provenienti dalla prestigiosa collezione di Volker W. Feierabend, Presidente della Fondazione VAF-Stiftung, create da Agenore Fabbri (Quarrata 1911 .Savona 1998), oltre a installazioni e opere di artisti contemporanei quali Maurizio Taioli (Verona, 1959) e Osvaldo Moi (Silius 1961).

© 2020 by PromoArt S.r.l. - Via Santa Marta, 10 - 20123 Milano - P.Iva: 07757960963 

Jacques Courtois